Bandita Barbera - Cascina Tavijn

€15.00
  • Descrizione

    La famiglia di Nadia Verrua vive quelle colline, quelle vigne intorno a Scurzolengo, Asti, dai primi del Novecento. Da fine anni novanta, la giovane vignaiola piemontese, animata da passione e idee chiare su che tipo di agricoltura e quali vini si dovessero prima pensare poi fare, porta i cinque ettari di famiglia verso una deliziosa svolta green. Nessun trattamento chimico e sistemico in vigna, in cantina solo lieviti spontanei, nessun coadiuvante o arrotondante del gusto o dei profumi o del colore. Vini d'uva. Vini d'uve autoctone. Un racconto di territorio. Semplice. Da allora un'escalation sempre più convincente, nella qualità e profondità dei vini, senza perdere lo spirito naif e libero delle origini, ma anzi, studiando e crescendo in qualità e consistenza, proprio a partire dalle idee originarie.
    Le bacche autoctone, Barbera, Grignolino, Ruché, Slarina, sfrigolano, sussultano, a tratti gridano, libere, elettriche, felici, nelle mani di Verrua.
    Succhi vivi, a tratti scontrosi, ficcanti, di bevibilità pressoché irresistibile.
    La Bandita, deliziosa femmina spesso bandita dagli assaggiatori delle doc per il suo carattere indomito, senza filtri, più vivo e vero dei vicini di territorio più 'confezionati', è l'essenza della Barbera. Quindi, di quei colli. Un'esplosione calma di frutto e acidità. Un paesaggio che prima si apre al naso con note di terra fangosa, erbe aromatiche, rovi e more, cortecce fraciche, poi entra in bocca balsamica e ravvivante, senza nessuna smanceria, senza finte moine, bella perche ruvida. Un riferimento assoluto ormai, del territorio vivo della Barbera d'Asti, non della sua docg.

  • Dettagli

    Cantina: Cascina Tavijn
    Uve
    : Barbera 100%
    Annata: 2016
    Affinamento: legni usati, vetro.